Il Contratto Assicurativo sulla Vita

Digg This
Reddit This
Stumble Now!
Buzz This
Vote on DZone
Share on Facebook
Bookmark this on Delicious
Kick It on DotNetKicks.com
Shout it
Share on LinkedIn
Bookmark this on Technorati
Post on Twitter
Google Buzz (aka. Google Reader)

pace e tranquillitaUn contratto di assicurazione sulla vita è una polizza mista a premio costante rivalutabile nel tempo.

Polizza mista perchè prevede una copertura caso premorienza e talvolta anche su alcune malattie gravi e un capitale a scadenza.

Quindi possiamo dire che è un piano di risparmio programmato che però da anche delle garanzie sulla vita a favore del beneficiario previsto in polizza al momento della sottoscrizione del contratto.

La polizza vita viene sottoscritta dal contraente, che è colui che paga il premio e anche colui che decide chi sarà l’assicurato, quale sarà il premio, la durata contrattuale.

Il contraente potrà stipulare il contratto assicurando se stesso o altra persona, che ovviamente dovrà sottoscrivere il contratto. (Non si può dunque assicurare una persona senza informarla).

Il beneficiario a scadenza potrà essere il contraente, l’assicurato o eventualmente altra persona designata dal contraente.

Durante tutta la durata della polizza potranno essere modificate alcune cose: contraente, premio, talvolta la durata del contratto, non potrà mai essere modificato l’assicurato.

Questo tipo di polizze possono essere emesse con frazionamento annuo, semestrale, quadrimestrale, trimestrale, bimestrale o mensile. (Dipende dalle regole della compagnia emittente).

Una polizza vita prevede che la società garantisca un capitale a scadenza del contratto se l’assicurato è ancora in vita, ma anche se è deceduto.

Nel secondo caso il capitale verrà liquidato al beneficiario caso premorienza previsto in polizza.

Il capitale a scadenza è calcolato aggiungendo al denaro versato gli interessi maturati nell’arco degli anni detratte le spese di gestione della polizza.

Si possono avere delle coperture assicurative aggiuntive, per esempio coperture in caso di malattie gravi o infortuni, in tal caso, se si verificasse una di queste eventualità verrebbero liquidati i capitali assicurati.

Il premio, può essere aumentato nell’arco degli anni.

Alcune compagnie fanno degli aumenti indicizzati, cioè stabiliscono al momento della sottoscrizione del contratto, che annualmente il premio viene aumentato di una certa percentuale, solitamente il 5%; altre compagnie invece, lasciano la libertà ai loro clienti di aumentare il premio o meno a seconda delle loro possibilità.

I costi di gesione variano a seconda della Società Assicurativa.

Ogni compagnia deve consegnare al cliente una nota informativa, al momento della sottoscrizione del contratto, dove sono chiaramente specificati i costi di gestione.

Il Contratto ha valore dal momento in cui il cliente lo perfeziona, ossia prima viene sottoscritta una proposta, dopo di chè la Società emette il vero e proprio contratto che il cliente dovrà sottoscrivere e restituire firmato alla Compagnia, solo da quel momento la polizza ha valore.

Questa voce è stata pubblicata in Assicurazioni e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.